Attività didattica 2018-2019

Visite: 12079

PROGRAMMI D'ESAME DEFINITIVI 

Anno  accademico 2018-2019

Laurea triennale

Storia della filosofia moderna

II semestre

Prof. Piero Giordanetti

 Insegnamento: Storia della filosofia moderna 

L’insegnamento di Storia della filosofia moderna mira all’interpretazione di temi e opere compresi in un arco temporale che va dal Quattrocento a Hegel. La metodologia adottata prevede: l’esame della struttura e dell’articolazione dell’opera, l’analisi dell’argomentazione, la storia delle fonti, della genesi, e dei concetti.

 Titolo del corso: L‘entusiasmo tra settecento e ottocento 60 ore 9 cfu / Enthusiasm between 18. And 19. Century

 Presentazione del corso: Il corso affronterà il concetto di entusiasmo esaminandone la trattazione in Shaftesbury, in Kant e in Nietzsche. L'unità didattica A esaminerà due testi di Shaftesbury. L'unità didattica B verterà su passi scelti dalle opere di Kant. L'unità didattica C sarà dedicata a passi scelti dalle opere di Nietzsche.

 Unità didattica A. (20 ore e 3 cfu): la teoria di Shaftesbury. A. Shaftesbury, Lettera sull'entusiasmo, a cura di P. Zanardi, Pisa, ETS, 2014; A. Shaftesbury, Sensus communis, Roma, Bulzoni, 2006.

Unità didattica B (20 ore e 3 crediti): la teoria di Kant. I. Kant (le dispense saranno disponibili online sul sito Armida prima dell'inizio del corso) 

 Unità didattica C (20 ore, 3 crediti): sviluppi nella teoria di Nietzsche. F. Nietzsche (le dispense saranno disponibili online sul sito Armida prima dell'inizio del corso) 

 Come indicato dalla Guida 2017-2018 per gli studenti di filosofia e scienze filosofiche, al punto 1.5 (Percorso consigliato), Storia della Filosofia moderna rientra tra gli insegnamenti consigliati per il terzo anno della laurea triennale. Dall’a.a. 2017-2018, al fine di assicurare una progressione adeguata nella scelta degli insegnamenti, è stato introdotto un percorso consigliato articolato sui tre anni del corso e indicato al punto 1.5. Gli studenti iscritti al primo anno nel corrente a.a. 2017-2018 sono invitati a seguire i corsi indicati per il primo anno del percorso consigliato al punto 1.5. Dall'a.a. 2017-2018, inoltre, il corso per la laurea triennale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche. Dall'a.a. 2017-2018, infine, il corso per la laurea magistrale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea triennale.

Il corso è rivolto ai cognomi che iniziano con le lettere a-l: Corso FILOSOFIA (Classe L-5) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015; Corso LINGUE E LETTERATURE EUROPEE ED EXTRAEUROPEE (Classe LM-37) Immatricolati fino all'a.a. 2017/2018; Corso LETTERE (Classe L-10) Immatricolati dall'aa 2011/2012, curric. SCIENZE DELL'ANTICHITA'; Corso LETTERE (Classe L-10) Immatricolati dall'aa 2011/2012, curric. LETTERE Moderne.  

Per conseguire 6 cfu è richiesta la preparazione di due moduli a scelta cui si aggiungono i testi indicati alla voce prerequisiti per le relative unità didattiche. 

 Prerequisiti: è richiesta la conoscenza delle pagine dedicate agli autori trattati dal manuale di G. Cambiano, M. Mori, Storia e antologia della filosofia, 2: Dal Quattrocento al Settecento, Roma-Bari, Laterza, 2000, pp.(Shaftesbury) e pp. 591-616 (Kant); G. Cambiano, M. Mori, Storia della filosofia contemporanea, Roma-Bari, Laterza, 2014: capitolo 5, Nietzsche. 

  Programma d’esame per studenti non frequentanti

 Gli studenti non frequentanti aggiungono per 9 cfu: Alessia Liguori, Shaftesbury e la voce dell'entusiasmo, Aracne editrice, 2008; P. Giordanetti, L'estetica fisiologica di Kant, Milano, Mimesis, 2002; C. Gentili, Introduzione a Nietzsche, Bologna, il mulino, 2017.

Per conseguire 6 cfu due unità didattiche a scelta e i relativi testi aggiuntivi. 

 Modalità della prova d’esame 

Per gli studenti frequentanti l’esame consiste di una prova scritta preliminare e di una prova orale entrambe obbligatorie, vertenti ad accertare le conoscenze degli studenti sugli argomenti a programma. Per gli studenti non frequentanti l'esame si limita alla prova orale. 

 Risultati di apprendimento

Conoscenze:

Competenze

 Avvertenza

Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.

Le modalità d’esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l’Ufficio competente.

 Il docente è reperibile durante la lezione, via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e nell’orario di ricevimento. Avvisi relativi all’orario di ricevimento, al corso e agli appelli saranno pubblicati sulla homepage del docente alla voce Avvisi. 

Informazioni sul docente (CV, pubblicazioni, ambiti di ricerca, partecipazione e organizzazione di convegni e congressi, partecipazione a progetti di ricerca ecc.) sono accessibili sulla homepage del docente. 

 

Anno accademico 2018-2019

Storia della filosofia moderna

Laurea magistrale

 

II semestre

Prof.Piero Giordanetti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Insegnamento: Storia della filosofia moderna 

L’insegnamento di Storia della filosofia moderna mira all’interpretazione di temi e opere compresi in un arco temporale che va dal Quattrocento a Hegel. La metodologia adottata prevede: l’esame della struttura e dell’articolazione dell’opera, l’analisi dell’argomentazione, la storia delle fonti, della genesi, e dei concetti.

 Titolo del corso: La genealogia della morale di Nietzsche 

 Presentazione del corso: Il corso affronterà la Genealogia della morale esaminandone il rapporto con alcuni autori dell'epoca moderna, dedicando un'unità didattica a ognuna delle tre dissertazioni in cui si articola l'opera.

 Unità didattica A. (20 ore e 3 cfu): 1. F. Nietzsche, Genealogia della morale, Milano, Adelphi, Prima dissertazione. 2. Fonti moderne (le dispense saranno disponibili online sul sito Armida prima dell'inizio del corso) 

 Unità didattica B (20 ore e 3 crediti): 1. F. Nietzsche, Genealogia della morale, Milano, Adelphi, Seconda dissertazione; 2. fonti moderne (le dispense saranno disponibili online sul sito Armida prima dell'inizio del corso) 

 Unità didattica C (20 ore, 3 crediti): 1. F. Nietzsche, Genealogia della morale, Milano, Adelphi, Terza dissertazione; 2. fonti moderne (le dispense saranno disponibili online sul sito Armida prima dell'inizio del corso). 

 Come indicato dalla Guida 2017-2018 per gli studenti di filosofia e scienze filosofiche, al punto 1.5 (Percorso consigliato), Storia della Filosofia moderna rientra tra gli insegnamenti consigliati per il terzo anno della laurea triennale. Dall’a.a. 2017-2018, al fine di assicurare una progressione adeguata nella scelta degli insegnamenti, è stato introdotto un percorso consigliato articolato sui tre anni del corso e indicato al punto 1.5. Gli studenti iscritti al primo anno nel corrente a.a. 2017-2018 sono invitati a seguire i corsi indicati per il primo anno del percorso consigliato al punto 1.5. Dall'a.a. 2017-2018, inoltre, il corso per la laurea triennale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche. Dall'a.a. 2017-2018, infine, il corso per la laurea magistrale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea triennale.

 Il corso è rivolto a

Corso SCIENZE FILOSOFICHE (Classe LM-78) Immatricolati dall'a.a. 2017/2018

 Programma d’esame per studenti non frequentanti

 Gli studenti non frequentanti aggiungono: C. Gentili, Introduzione a Nietzsche, Bologna, il mulino, 2017; La genealogia della morale. Letture e interpretazioni, Pisa, ETS, 2015.

 Modalità della prova d’esame

l’esame consiste di una prova orale obbligatoria, vertente ad accertare le conoscenze degli studenti sugli argomenti a programma.

 Risultati di apprendimento

Conoscenze: il corso mira a trasmettere conoscenze approfondite relativamente alla Genealogia della morale e al suo rapporto con la filosofia moderna. 

 Competenze: Il corso si propone di formare gli studenti all'uso dei metodi di ricerca tipici della storia della filosofia. 

 Avvertenza

Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.

Le modalità d’esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l’Ufficio competente.

 Il docente è reperibile durante la lezione, via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e nell’orario di ricevimento. Avvisi relativi all’orario di ricevimento, al corso e agli appelli saranno pubblicati sulla homepage del docente alla voce Avvisi. 

Informazioni sul docente (CV, pubblicazioni, ambiti di ricerca, partecipazione e organizzazione di convegni e congressi, partecipazione a progetti di ricerca ecc.) sono accessibili sulla homepage del docente. 

 

A.A. 2017-2018 Secondo semestre

Testi e studi critici in fotocopia. I testi e gli studi critici in fotocopia indicati nei programmi d'esame definitivi saranno disponibili dal 1 febbraio 2018 presso l'Ufficio Fotocopie (sig. Luciano Ardia) al primo piano del Dipartimento di Filosofia.

A. CORSO PER LA LAUREA TRIENNALE PROGRAMMA D'ESAME DEFINITIVO

Titolo del corso: I Dialoghi sulla religione naturale di Hume e il loro influsso su Kant

Temi del corso: Rapporto religione naturale / religione rivelata; rapporto fede / ragione; problema del male, teodicea, pessimismo e ottimismo, origine del mondo. 

Attenzione. Come indicato dalla Guida per gli studenti di filosofia e scienze filosofiche, al punto 1.5 (Percorso consigliato), Storia della Filosofia moderna rientra tra gli insegnamenti consigliati per il terzo anno della laurea triennale. Dall’a.a. 2017-2018, al fine di assicurare una progressione adeguata nella scelta degli insegnamenti, è stato introdotto un percorso consigliato articolato sui tre anni del corso e indicato al punto 1.5. Gli studenti iscritti al primo anno nel corrente a.a. 2017-2018 sono invitati a seguire i corsi indicati per il primo anno del percorso consigliato al punto 1.5. Dall'a.a. 2017-2018, inoltre, il corso per la laurea triennale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche. Dall'a.a. 2017-2018, infine, il corso per la laurea magistrale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea triennale.

Orario: lunedì (8.30-10.30) aula 211, mercoledì (10.30-12.30) (dal 14.3.2018 aula M202 S. Sofia), venerdì (8.30-10.30), aula 211. Le lezioni sono sospese nei seguenti giorni: venerdì 16.2.2018 (carnevale), Lunedì 5 marzo 2018 (elezioni), venerdì 30.3.2018, lunedì 2.4.2018 (Pasqua), lunedì 30.4.2018 (chiusura Ateneo); nei giorni di svolgimento della sessione di laurea invernale (dal 26 al 28 marzo 2018 e dal 4 al 9 aprile 2018). Le lezioni saranno, quindi, sospese il 16.2.2018, il 5.3.2018 e nei giorni compresi tra il 26 marzo e il 9 aprile 2018 e termineranno il 21 maggio.

Data di inizio: lunedì 12 febbraio 2018, ore 8.30, aula Pio XII, via S. Antonio 5 (l'aula 211 non sarà disponibile in quella data).

L’insegnamento di Storia della filosofia moderna mira all’interpretazione di temi e opere compresi in un arco temporale che va dal Quattrocento a Hegel. La metodologia adottata prevede: l’esame della struttura e dell’articolazione dell’opera, l’analisi dell’argomentazione, la storia delle fonti, della genesi, e dei concetti. Su questi metodi è prevista più di una lezione.  Il corso affronterà i Dialoghi sulla religione naturale di Hume, opera di importanza fondamentale della filosofia moderna, con l’intento di esaminarne l’influsso su Kant. I temi e i testi sono diversi rispetto al corso tenuto dal docente nell’AA 2015-2016 su Kant e Hume (nelle opere di Kant sono contenuti più di cento riferimenti a testi di Hume). L'unità didattica A esaminerà le parti dell’opera che hanno esercitato un influsso su Kant. Le unità didattiche B e C saranno dedicate alla presenza dei Dialoghi nella filosofia di Kant. L’esame sarà orale e consterà di una domanda per ciascuna unità didattica; è richiesta una conoscenza analitica dei testi elencati al punto 1. Per quanto riguarda gli studi critici elencati al punto 2, su di essi è prevista una domanda di carattere più generale e non analitico. Il docente è reperibile durante la lezione, via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e nell’orario di ricevimento. Avvisi relativi all’orario di ricevimento, al corso e agli appelli saranno pubblicati sulla homepage del docente alla voce AvvisiInformazioni sul docente (CV, pubblicazioni, ambiti di ricerca, partecipazione e organizzazione di convegni e congressi, partecipazione a progetti di ricerca ecc.) sono accessibili al LINK

1. Testi

I testi previsti per le 3 unità didattiche saranno disponibili dal 1 febbraio 2018 presso l’Ufficio del sig. Luciano Ardia, primo piano, Dipartimento di Filosofia.  

Unità didattica A. David Hume, Dialoghi sulla religione naturale, a cura di M. Dal Pra, Laterza, Roma-Bari, 1983 (passi scelti). Introduzione al “sistema della critica” di Kant: I. Kant, Critica della ragion pura, “Introduzione”, pp. 89-93; I. Kant, Critica della ragion pratica, a cura di F. Capra, Roma-Bari, Laterza, 1987; “Introduzione”, pp. 17-19; I. Kant, Critica del Giudizio, a cura di M. Marassi, Milano. Bompiani, 2004,“Prefazione”, pp. 2-9. 

Unità didattica B. I. Kant, L’unico argomento possibile per una dimostrazione dell’esistenza di Dio, Parte Seconda. Considerazione quinta e sesta, in Scritti precritici, pp. 160-181; I. Kant, Critica della ragion pura, a cura di P. Chiodi, Torino, Utet, 1967 (le seguenti parti: Dei concetti della ragion pura, pp. 311-329; L’ideale della ragion pura, pp. 461-508). 

Unità didattica C. I. Kant, Critica della ragion pura, a cura di P. Chiodi, Torino, Utet, 1967: La disciplina della ragion pura in ordine al suo uso polemico, pp. 566-578; I. Kant, Prolegomeni ad ogni futura metafisica che si presenterà come scienza, a cura di P. Carabellese, introd. di R. Assunto, Roma-Bari, Laterza, 1982, pp. 3-13. 118-158; I. Kant, Critica della ragion pratica, a cura di F. Capra, Roma-Bari, Laterza, 1987: Come sia concepibile un’estensione della ragione pura nel rispetto pratico, pp. 162-171; I. Kant, Critica del Giudizio, a cura di M. Marassi, Milano, Bompiani, 2004, § 80 (pp. 545-555), § 85 (pp. 587-599); I. Kant, Lezioni di filosofia della religione, Napoli, Bibliopolis, pp. 193-205. 

2. Studi critici 

Gli studenti frequentanti che intendano conseguire 9 crediti aggiungono ai testi previsti al punto 1: E. Cassirer, Vita e dottrina di Kant, Firenze, La Nuova Italia, 1977 (dal 1 febbraio 2018 presso l'Ufficio fotocopie - sig. Luciano Ardia; del testo di Cassirer è richiesta la conoscenza per intero, con particolare attenzione per le seguenti pagine: VII-XXV, 66-76, 167-205, 230-258, 277-365, 398-472) oppure E. Cassirer, Vita e dottrina di Kant, Presentazione di G. Gigliotti, Roma, Castelvecchi, 2016. 

Gli studenti frequentanti che intendano conseguire 6 crediti, scelgono due fra le tre unità didattiche previste al punto 1 e aggiungono: G. Cambiano, M. Mori, Storia e antologia della filosofia, 2: Dal Quattrocento al Settecento, Roma-Bari, Laterza, 2000, pp. 462-475 (Hume) e pp. 591-616 (Kant) (Ufficio Fotocopie dal 1 febbraio 2018- sig. Luciano Ardia)

Gli studenti non frequentanti che intendano conseguire 9 crediti aggiungono ai testi previsti al punto 1: Giancarlo Carabelli, Hume e la retorica dell’ideologia. Uno studio dei “Dialoghi sulla religione naturale”, Firenze, La Nuova Italia, 1972; Otfried Höffe, Immanuel Kant, Bologna, Il Mulino, 1983. 

Gli studenti non frequentanti che intendano conseguire 6 crediti, scelgono due fra le tre unità didattiche previste al punto 1 e aggiungono: G. Cambiano, M. Mori, Storia e antologia della filosofia, 2: Dal Quattrocento al Settecento, Roma-Bari, Laterza, 2000, pp. 462-475 (Hume) e pp. 591-616 (Kant) (Ufficio Fotocopie dal 1 febbraio 2018- sig. Luciano Ardia); La filosofia di Kant, a cura di M. Mori, Torino, Loescher, 1990 (antologia; reperibile nelle biblioteche).

LINK a Programma d'esame definitivo in Facoltà di Studi Umanistici: I Dialoghi sulla religione naturale di Hume e il loro influsso su Kant.

 

B. CORSO PER LA LAUREA MAGISTRALE. PROGRAMMA D'ESAME DEFINITIVO

Titolo del corso: Schiller e L’educazione estetica 

Temi del corso: rapporto anima / corpo, inconscio, morale, bellezza, educazione, sviluppo storico, soprasensibile

Attenzione: Come indicato dalla Guida per gli studenti di filosofia e scienze filosofiche, al punto 2.5 dal corrente a.a. 2017-18 gli studenti che si immatricolano al corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche possono seguire gli insegnamenti e dare gli esami solo degli insegnamenti del Corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche. Dall'a.a. 2017-2018, inoltre, il corso per la laurea magistrale non può essere seguito né costituire materia di esame per gli studenti che si immatricolano al corso di laurea triennale.

Orario: lunedì (10.30-12.30) aula III via S. Antonio, mercoledì (08.30-10.30) aula I via S. Antonio, venerdì (10.30-12.30), aula III via S. Antonio. Le lezioni sono sospese nei seguenti giorni: venerdì 16.2.2018 (carnevale), lunedì 5 marzo 2018 (elezioni), venerdì 30.3.2018, lunedì 2.4.2018 (Pasqua), lunedì 30.4.2018 (chiusura Ateneo); nei giorni di svolgimento della sessione di laurea invernale (dal 26 al 28 marzo 2018 e dal 4 al 9 aprile 2018). Le lezioni saranno, quindi, sospese il 16.2.2018, il 5.3.2018 e nei giorni compresi tra il 26 marzo e il 9 aprile 2018 e termineranno il 23 maggio.

Data di inizio: lunedì 12 febbraio 2018, ore 10.30, aula III via S. Antonio

L’insegnamento di Storia della filosofia moderna mira all’interpretazione di temi e opere compresi in un arco temporale che va dal Quattrocento a Hegel. Nella metodologia adottata rientrano: l’esame della struttura e dell’articolazione dell’opera, l’analisi dell’argomentazione, la storia delle fonti, della genesi, e dei concetti. Su questi metodi è prevista più di una lezione. Il corso affronterà tre opere fondamentali di Friedrich Schiller. L'unità didattica A esaminerà alcune delle principali fonti di ispirazione di Schiller, l'unità didattica B si concentrerà sugli scritti giovanili e sulle poesie filosofiche, l'unità didattica C affronterà le Lettere sull’educazione estetica dell’uomo. L’esame sarà orale e consterà di una domanda sul contenuto di ciascuna unità didattica; è richiesta una conoscenza analitica dei testi. Per quanto riguarda gli studi critici, su di essi è prevista una domanda di carattere più generale e non analitico. Il docente è reperibile durante la lezione, via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e nell’orario di ricevimento. Avvisi relativi all’orario di ricevimento, al corso e agli appelli saranno pubblicati sulla homepage del docente alla voce “Avvisi”. Informazioni sul docente (CV, pubblicazioni, ambiti di ricerca, partecipazione e organizzazione di convegni e congressi, partecipazione a progetti di ricerca ecc.) sono accessibili al seguentte LINK.

1. Testi

Unità didattica A. Le fonti delle Lettere sull’educazione estetica di Schiller (fotocopie disponibili dal 1 febbraio 2018 presso l’ufficio del sig. Luciano Ardia, Dipartimento di Filosofia, I piano).

Unità didattica B. Friedrich Schiller, Il corpo e l’anima. Scritti giovanili, a cura di G. Pinna, Roma, Armando Editore, 2013; Friedrich Schiller, Poesie filosofiche. Testo tedesco a fronte, a cura di G. Pinna, Milano, Feltrinelli, 2014.

Unità didattica C. Friedrich Schiller, Educazione estetica, Palermo, Aesthetica, 2009.

2. Studi critici

Gli studenti frequentanti che intendano conseguire 9 crediti aggiungono ai testi previsti al punto 1: G. Pinna, P. Montani, A. Ardovino (a cura di), Schiller e il progetto della modernità, Roma, Carocci, 2006 (Ufficio Fotocopie (sig. Luciano Ardia) al primo piano del Dipartimento di Filosofia dal 1 febbraio 2018).

Gli studenti frequentanti che intendano conseguire 6 crediti preparano due a scelta tra le unità didattiche previste al punto 1 e aggiungono: G. Pinna, Introduzione a Schiller, Roma-Bari, Laterza, 2012.

Gli studenti non frequentanti che intendano conseguire 9 crediti aggiungono ai testi previsti al punto 1: G. Pinna, Introduzione a Schiller, Roma-Bari, Laterza, 2012; Schiller lettore di Kant, a cura di A.L. Siani, G. Tomasi, Pisa, ETS, 2013.

Gli studenti non frequentanti che intendano conseguire 6 crediti aggiungono ai testi previsti per le due unità didattiche a scelta del punto 1: G. Pinna, Introduzione a Schiller, Roma-Bari, Laterza, 2012 e G. Pinna, P. Montani, A. Ardovino (a cura di), Schiller e il progetto della modernità, Roma, Carocci, 2006 (Ufficio Fotocopie (sig. Luciano Ardia) al primo piano del Dipartimento di Filosofia dal 1 febbraio 2018).

LINK a Programma d'esame definitivo in Facoltà di Studi Umanistici: Schiller, L’educazione estetica.

 


Programmi e bibliografie: Link a Attività didattica su dipafilo.unimi.it

Corso 2016-2017 (Laurea Triennale) II semestre

L'esame su questo corso può essere sostenuto fino al 31 dicembre 2019.

La Gaia Scienza di Nietzsche. Programma d’esame definitivo

1. Friedrich Nietzsche, La Gaia Scienza (qualsiasi edizione), Prefazione alla seconda edizione e Libro I (aforismi 1, 4, 5, 8, 11, 12, 23, 24, 25, 37, 45, 46, 54, 55);

2. Friedrich Nietzsche, La Gaia Scienza (qualsiasi edizione), Libri II (aforisma 58, 76); III (aforismi 106, 107, 109, 110, 111, 112, 115, 124, 125, 127, 193, 217; 108, 114, 120, 151, 152, 179, 196, 261).

3. Friedrich Nietzsche, La Gaia Scienza (qualsiasi edizione), Libri IV (aforismi 278, 301, 307, 318, 322, 332, 335, 341) e V (aforismi 343, 344, 347, 349, 354, 355, 357, 370, 371, 372, 373, 374, 382).

Per tutti e tre i punti aggiungere il materiale (5 o 6 pagine) relativo alle lezioni della dott.ssa Viviana Faschi (disponibile presso l'ufficio fotocopie del dipartimento di Filosofia (Sig. Luciano Ardia).

Gli studenti frequentanti che intendano conseguire 9 crediti preparano i punti 1, 2, 3 e il volume di Francesco Moiso, Nietzsche e le scienze, Cuem, Milano 1999.

Gli studenti frequentanti che intendano conseguire 6 crediti preparano due a scelta tra i punti 1, 2 e 3 e il volume Francesco Moiso, Nietzsche e le scienze, Cuem, Milano 1999.

Gli studenti non frequentanti aggiungono ai testi previsti per gli studenti frequentanti i seguenti testi: P. Giordanetti, L’avventura della ragione. Kant e il giovane Nietzsche, Olms, Hildesheim 2011; S. Giametta, Introduzione a Nietzsche. Opera per opera, Bur 2009.

 
Anno accademico 2016-2017.  Corso per la Laurea Magistrale, II semestre

Titolo del corso: Il sublime tra Sette- e Ottocento

L'esame su questo corso può essere sostenuto fino al 31 dicembre 2019.

Programma d’esame definitivo

1. Edmund Burke, Inchiesta sul bello e il sublime, Palermo, Aesthetica; Immanuel Kant, Critica del Giudizio, "Analitica del sublime" (qualsiasi edizione);

2. Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, Libro III (qualsiasi edizione);

3. Friedrich Nietzsche, La Nascita della tragedia (qualsiasi edizione).

Gli studenti frequentanti della laurea magistrale che intendano conseguire 9 crediti preparano i punti 1, 2 e 3:
Gli studenti frequentanti della laurea magistrale che intendano conseguire 6 crediti preparano due a scelta tra i punti 1, 2 e 3.
Gli studenti non frequentanti della laurea magistrale aggiungono ai testi previsti per gli studenti frequentanti i seguenti testi: F. Moiso, Nietzsche e le scienze, Cuem, Milano 1999; P. Giordanetti, Etica, genio e sublime in Kant, Mimesis, Milano 2011; P. Giordanetti, M. Mazzocut-Mis, I luoghi del sublime moderno, Milano, Led, 2005.
 
I corsi precedenti l'anno accademico 2014-2015 non sono più validi per gli appelli di esame

A.A. 2015-2016

Kant e Hume (LT)

L'esame su questo corso può essere sostenuto fino al 31 dicembre 2018.

 
PROGRAMMA PER STUDENTI FREQUENTANTI
 
UNITÀ DIDATTICA A: D. Hume, Ricerca sull’intelletto umano, in D. Hume, Opere filosofiche, vol. 2, Laterza, Roma-Bari, 1987; I. Kant, Critica della ragion pura, (varie edizioni) passi scelti (disponibili presso ufficio fotocopie Dipartimento di Filosofia primo piano, Sig. Luciano Ardia); I. Kant, Prolegomeni (varie edizioni), §§ 14-30.
 
UNITÀ DIDATTICA B: D. Hume, Ricerca sui principi della morale, in D. Hume, Opere filosofiche, vol. 2, Laterza, Roma-Bari, 1987; I. Kant, Critica della ragion pratica (varie edizioni) ("Prefazione", "Analitica della ragion pura pratica, Libro I, sezione II "Del diritto della ragion pura a un ampliamento nel suo uso pratico, che non le è consentito per sé nel suo uso speculativo", "Dottrina del metodo della ragione pura pratica", "Conclusione").
 
UNITÀ DIDATTICA C: D. Hume Saggi di estetica, a cura di I. Zaffagnini; David Hume, La regola del gusto ed altri saggi, Feltrinelli 2006; D. Hume, Lo scettico, in Saggi morali, politici e letterari, in D. Hume, Opere filosofiche, cit., vol. III; I. Kant. Critica del Giudizio (varie edizioni) ("Prefazione", § 1, 7, 9, 12, 20, 21, 22, 33, 34, 35, "Nota generale all'esposizione dei giudizi estetici riflettenti", 40, 46, 47, 60, 62, 80); I. Kant, Osservazioni sul sentimento del bello e del sublime (varie edizioni).
 
PROGRAMMA NON FREQUENTANTI UNITÀ DIDATTICA A-B-C: Aggiungono al programma per frequentanti due a scelta tra i seguenti testi: I. Kant, O. Hoeffe, Bologna, Il Mulino, 1986. F. Gonnelli, Introduzione alla lettura della Critica della ragion pratica, Roma, Laterza, 1997; S. Landucci, L’etica di Kant, Milano, Guerini, 1994.P. Giordanetti, Etica, genio e sublime in Kant, Milano, 2011. M. Dal Pra, D. Hume, la vita e l’opera, Laterza, Bari.
 

PROGRAMMA D’ESAME del corso 2015-2016: primo semestre (LM): L'etica di Schopenhauer

L'esame su questo corso può essere sostenuto fino al 31 dicembre 2018.

Programma per studenti frequentanti

UNITÀ DIDATTICA A : Arthur Schopenhauer, I due problemi fondamentali dell’etica, Milano, Mondadori, 2008;

UNITÀ DIDATTICA B: Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, libro IV (varie edizioni);

UNITÀ DIDATTICA C: Immanuel Kant, Critica della ragion pratica; Fondazione della metafisica dei costumi (varie edizioni). David Hume, Ricerca sull’intelletto umano, in David Hume, Opere filosofiche, vol. 2, Laterza, Roma-Bari, 1987. In particolare la sezione VIII: Libertà e necessità; J.J. Rousseau, Professione di fede del Vicario Savoiardo (varie edizioni)

Programma per studenti non frequentanti

UNITÀ DIDATTICA A: Arthur Schopenhauer, I due problemi fondamentali dell’etica; Milano, Mondadori, 2008; Arthur Huebscher, Schopenhauer un filosofo contro corrente, Milano, Mursia, 1990;

UNITÀ DIDATTICA B: Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione (varie edizioni), libro IV; Arthur Schopenhauer, Supplementi al mondo come volontà e rappresentazione (solo i testi che si riferiscono al libro quarto del Mondo come volontà e rappresentazione);

UNITÀ DIDATTICA C: Immanuel Kant, Critica della ragion pratica; Fondazione della metafisica dei costumi (varie edizioni); F. Gonnelli, Introduzione alla lettura della Critica della ragion pratica, Roma, Laterza, 1997; S. Landucci, L’etica di Kant, Milano, Guerini, 1994.

 

2014-2015

Corso: Kant e Nietzsche

Corso di Storia della filosofia moderna
II Semestre

 

2013-2014

Corso: La rivoluzione sentimentale di kant

Corso di Storia della filosofia moderna
I Semestre

2012-2013

Corso: Le radici moderne della nascita della tragedia di Nietzsche

Corso di Storia della filosofia moderna
I Semestre

Testi per l'esame sul corso 2012-2013 disponibili su Armida (Testi di Flaubert, Kant, Lange, Rousseau, Verri, Winckelmann)

2011-2012

Corso: Bioetica e Illuminismo

Corso di Storia della storiografia filosofica
I Semestre

Laboratori 2011-2012

 

2010-2011

Corso: L’anima è immortale? Materialismo e vita futura tra Settecento e Ottocento

I Semestre

Laboratorio: Bene e sommo bene nell'illuminismo

Docenti: Piero Giordanetti, Miryam Giargia, Eva Oggionni

2009-2010

Corso: Il "miracolo per eccellenza". Tempo del mutamento, istante e libertà nel giovane Schopenhauer

I Semestre
Intregrazione: Degli Scritti postumi di Schopenhauer solo gli aforismi numero 467, 81, 82, 85, 486, 462, 483,471, 674, 404,445, 234, 123, 646, 14, 36, 79, 117, 109, 88, 143, 166, 187, 326, 202.

Laboratorio: L'infinito tra Sei e Settecento (con la collaborazione dell'Associazione Musica e Teatro e del Collegio di Milano)

I Semestre (con Maddalena Mazzocut-Mis)

2008-2009

Corso: La Critica della ragion pratica e il dibattito contemporaneo. Sentimenti, desideri, pulsioni, affetti e passioni

I Semestre

Laboratorio: Materialismo e origini della morale tra Sei- e Settecento. ISCRIZIONI CHIUSE.

II Semestre
Docenti: Piero Giordanetti, Miryam Giargia

Laboratorio: Le fonti della Critica della ragione pratica

I Semestre
Docenti: Piero Giordanetti, Miryam Giargia

2006-2007

Corso: La funzione della ragione in Kant e le interpretazioni contemporanee

I Semestre
Corso di Storia della storiografia filosofica (mutuato da Storia della filosofia)
L’esame non può più essere sostenuto

Laboratorio: Il secolo dei Lumi e l’oscuro

I semestre.


2005-2006

Immagini dell’Illuminismo

Modulo D del Corso di Filosofia morale (Prof.ssa Maria Cristina Bartolomei):

Il problema del male in Shaftesbury, Rousseau e Kant

II semestre.
Docenti: Piero Giordanetti, Miryam Giargia