La prova scritta

Indicazioni generali:

  • La prova scritta di Filosofia della scienza per la Laurea Triennale è obbligatoria per tutti gli studenti (eccetto iterazioni e seconde lauree) e verte sui lineamenti di filosofia della scienza generale, anche facendo uso della lettura di un classico della disciplina. Salvo casi documentati per motivi di salute, iterazioni e seconde lauree, non sono ammesse eccezioni.
  • La prova dovrà essere ripetuta qualora non venisse superata o l’esito venisse rifiutato.
  • La prova superata ha validità di 6 mesi (cioè, tra lo scritto e l’orale non possono decorrere più di sei mesi, salvo deroghe da parte del docente).
  • In caso di prova superata ed esito accettato, lo studente accede all’esame orale. Per il voto finale, si tiene conto della valutazione della prova scritta secondo le seguenti modalità.

Schema della prova e valutazione:

  • 6 domande chiuse sui lineamenti generali della filosofia della scienza
    • Ogni risposta corretta vale 2,5 punti. Ogni risposta sbagliata vale –0,5 punti (meno 0,5 punti). Le domande lasciate in bianco valgono 0 punti.
  • 3 domande aperte su un classico della filosofia della scienza, la cui lettura è prevista nel programma d’esame
    • Ogni domanda vale da 0 a 4 punti (solo punteggi discreti: 0 punti per risposta sbagliata o assente; da 1 a 4 punti a seconda della ricchezza, pertinenza ed esaustività della risposta).
  • In caso di punteggio decimale nel risultato finale della prova scritta, si arrotonda all’unità superiore.
  • La prova è superata se si risponde correttamente ad almeno 3 domande chiuse e si totalizzano almeno 16 punti.
  • Ci sono due tipi di bonus:
    • Bonus di 3 punti per chi risponde correttamente a tutte le domande della Prima Parte e ottiene 4 in ciascuna domanda della Seconda Parte (cioè 27 punti nella prova equivalgono a un voto di partenza di 30 nell’orale).
    • Bonus di 2 punti per chi risponde correttamente a tutte le domande della Prima Parte, ottiene 3 punti in almeno due domande e almeno 1 punto in una domanda della Seconda Parte.
  • In linea di principio l’orale può modificare il voto di partenza di ±3 punti; ciò è comunque lasciato alla discrezionalità del docente. (Si ricordi che l’orale è obbligatorio per chi porta l’esame da 9 CFU e verte sulla parte caratterizzante di tale programma, cioè la bibliografia aggiuntiva rispetto al programma da 6 CFU. È facoltativo per chi sostiene l’esame da 6 CFU e ottiene almeno 18 punti nello scritto; per costoro esso consiste in un breve colloquio sulla bibliografia per l’esame da 6 CFU. Chi non sostiene la prova orale dovrà comunicarlo al docente e avrà come voto finale il punteggio riportato nello scritto.)

Print Friendly, PDF & Email

Un commento su “La prova scritta”

I commenti sono chiusi.