Modalità d’esame – seconde lauree e biennalisti

La prova scritta ha la funzione di testare alcune capacità specifiche di apprendimento e di elaborazione autonoma di nozioni e modalità argomentative, che dovrebbero essere ormai entrate nel patrimonio intellettuale di chi ha già alle spalle un percorso di laurea e di chi ha già sostenuto un’annualità di Filosofia della scienza. Inoltre, chi è in almeno una di queste condizioni è generalmente più appagato e motivato da un colloquio orale che dal ripetere la prova scritta.

Per queste ragioni, i biennalisti (coloro che, in conformità al loro piano di studi, sostengono lo stesso esame una seconda volta) e i già laureati non sono tenuti a sostenere la prova scritta.

Per i già laureati l’esame consisterà, di regola, in una interrogazione orale sull’intero programma. I biennalisti, che solitamente conoscono già gli elementi di base della filosofia della scienza e dell’epistemologia, sono invitati a prendere contatto con il docente per discutere particolari modalità d’esame e, se il caso, per integrare il programma con bibliografia sostitutiva o aggiuntiva.

Print Friendly, PDF & Email