Syllabus delle lezioni

  Data Tema
01 19/09 Introduzione alla filosofia della scienza
02 20/09 Contesto della scoperta e contesto della giustificazione
03 21/09 Da dove comincia la conoscenza: induzione e deduzione
04 26/09 L’induttivismo e il problema dell’induzione
05 03/10 Distinguere la scienza da altre attività: criteri di demarcazione
06 04/10 Fallibilismo: il metodo delle congetture e confutazioni
07 05/10 Approccio probabilistico e strategie induttive
08 10/10 Il ruolo delle convenzioni nelle teorie scientifiche
09 11/10 Teoria, esperimento e conoscenze pratiche: il concetto di prova e il “controllo sperimentale”
10 12/10 La teoria, il problema della base empirica e i “dogmi dell’empirismo”
11 16/10 Il concetto di osservazione e gli oggetti scientifici
12 17/10 La funzione del dogma, i manuali e il cambiamento nella scienza: continuità e rivoluzioni
13 19/10 La “Metodologia dei Programmi di Ricerca Scientifici”
14 26/10 Opportunismo degli scienziati e teorie come strumenti: lo “strumentalismo”
15 30/10 Il problema della sottodeterminazione e il dibattito sul realismo scientifico
16 31/10 Sistemi cosmologici a confronto: Tolomeo, Copernico, Tycho
17 02/11 Nozioni astronomiche di base
18 06/11 Il posto dell’astronomia nelle scienze
19 07/11 L’astronomia dell’antichità e il modello tolemaico
20 09/11 La rivoluzione copernicana e i “massimi sistemi” come programmi di ricerca rivali
21 13/11 Keplero, Newton e il compimento della rivoluzione
22 14/11 Anomalie nel programma newtoniano
23 16/11 La scoperta di Urano e il concetto di vincolo epistemico
24 23/11 I “pianeti che si comportano male” e la natura dell’osservazione astronomica
25 27/11 Scienza come “rete di reti”: le reti epistemiche
26 28/11 “Un mondo di mondi” (lezione a invito: Elio Sindoni)
27 30/11  La “società della conoscenza”: dal progetto Manhattan alla Big Science
28 04/12 I pianeti extrasolari (lezione a invito: Mario Carpino)
29 05/12 L’illuminismo e la scienza in una società libera
30 11/12 “La libertà e i suoi vincoli” (lezione a invito: Giulio Giorello)

Programma 2017-2018

A.A. 2017-2018 – Primo Semestre
CORSO DI FILOSOFIA DELLA SCIENZA
Docente: Luca Guzzardi
Programma provvisorio
“Pianeti, stelle, mondi: filosofia e cosmologia”

Il seguente programma vale sia per i frequentanti sia per i non frequentanti.
Modulo 1. Elementi di filosofia della scienza generale
  • Il testo base è il volume: D. Gillies, G. Giorello, La filosofia della scienza nel xx secolo, Laterza, Roma-Bari, 2006, 2010. Sono esclusi: nel cap. 2 i paragrafi 2.6-2.7, pp. 51-67; nel cap. 3 il paragrafo 3.5, pp. 86-90; nel cap. 10 i paragrafi 10.3 (pp. 250-252), 10.5, 10.6, 10.7 (pp. 257-277); nel cap. 12 i paragrafi 12.3-12.6 (311-336); l’intero cap. 14 (pp. 371-391).
  • G. Giorello, La libertà e i suoi vincoli, Castelvecchi, Roma 2017.
  • Materiali integrativi, che verranno assegnati e discussi durante lo svolgimento del corso (disponibili presso l’Ufficio fotocopie e su piattaforma istituzionale Ariel). Di essi sono facoltativi i saggi di J. Ladyman: “What is Structural Realism?” e “Structural Realism”.
Modulo 2. Logica della scoperta astronomica
  • Materiali sulla “Logica della scoperta astronomica” (disponibili presso l’ufficio fotocopie e su piattaforma istituzionale Ariel). Comprendono i seguenti testi:
    1. G. Romano, Introduzione all’Astronomia, Muzzio, Padova 1993, capp. 2, 5, 7, 8, 11, 12, 14. (Gli altri capitoli sono facoltativi.)
    2. T. Kuhn, La rivoluzione copernicana, Einaudi, Torino 2000, capp. 1, 2, 5, 6. (Gli altri capitoli sono facoltativi.)
    3. L. Guzzardi, Sharing discoveries. Boscovich’s network and the discovery of Uranus, “Arch. Intern. d’Hist. des Sciences”, 64 (nn. 172-173), pp. 493-461.
  • P. de Bernardis, Osservare l’Universo, il Mulino, Bologna 2010, capp. 1-3. (Gli altri capitoli sono facoltativi.)
Modulo 3. Teorie della pluralità dei mondi
  • G. Giorello, E. Sindoni, Un mondo di mondi. Alla ricerca della vita intelligente nell’Universo, Raffaello Cortina, Milano 2017.
  • G. Tinetti, I pianeti extrasolari, il Mulino, Bologna 2013.

Per gli esami da 9 CFU tutti i testi sopra elencati sono da preparare obbligatoriamente; per gli esami da 6 CFU sono da preparare i testi citati nei moduli 1 e 2 oppure 1 e 3. Non ci sono testi aggiuntivi per i non frequentanti.

Si raccomanda vivamente, per chi volesse approfondire, l’antologia G. Boniolo, M.L. Dalla Chiara, G. Giorello, C. Sinigaglia, S. Tagliagambe, Filosofia della scienza, a cura di C. Sinigaglia, Raffaello Cortina, Milano 2002.

Altri testi di supporto (non sono obbligatori ai fini della preparazione dell’esame):

  • G. Boniolo, Filosofia della scienza, Bruno Mondadori, Milano 1999.
  • G. Giorello (a cura di), Introduzione alla filosofia della scienza, Bompiani, Milano 1994.
  • J. Ladyman, Filosofia della scienza. Un’introduzione, tr. it. Carocci, Roma 2007.
  • I. Hacking, Ontologia storica, tr. it. ETS, Pisa 2010.
  • S. Okasha, Il primo libro di filosofia della scienza, tr. it. Einaudi, Torino 2006.

Syllabus delle lezioni – BioEvo

Data Tema
01  7/03 Introduzione alla filosofia della scienza
02  9/03 Contesto della scoperta e contesto della giustificazione
03  14/03 Induzione e deduzione. Matematica e scienze empiriche
04  16/03 Induzione e critiche all’induzione
05  21/03 Criterio di falsificazione, “falsificazionismo” e inferenza alla migliore spiegazione
06  23/03 Approccio probabilistico e strategie induttive
07  28/03 Il ruolo delle convenzioni nelle teorie scientifiche
08  30/03 Modelli di spiegazione scientifica (spiegare, descrivere, ecc.)
09  04/04 Teoria, esperimento e conoscenze pratiche; il concetto di prova
10  06/04 La teoria e il problema della base empirica
11  11/04 Il concetto di osservazione e gli oggetti scientifici
12  20/04 Il realismo: alcune versioni
13  27/04 Il concetto di causa e i vari tipi di causalità
14  02/05 La proliferazione teorica (sottodeterminazione)
15  04/05 Opportunismo degli scienziati e teorie come strumenti (P.K. Feyerabend)
16  09/05 La questione del metodo (Imre Lakatos)
17  11/05 La funzione del dogma e i manuali (Thomas Kuhn)
18  16/05 Il cambiamento nella scienza: continuità e rivoluzioni scientifiche (Thomas Kuhn)
19  18/05 Il concetto odierno di sifilide. Nozioni di base.
20  23/05 “Genesi e sviluppo di un fatto scientifico” (L. Fleck): evoluzione storica del concetto di sifilide
21  25/05 “Genesi e sviluppo di un fatto scientifico” (L. Fleck): vincoli epistemici e stili di pensiero
22  30/05 “Genesi e sviluppo di un fatto scientifico” (L. Fleck): stile e collettivo di pensiero
23  01/06 La “società della conoscenza”: dal progetto Manhattan alla Big Science
24  06/06 L’illuminismo e la scienza in una società libera

Programma 2016-2017

CORSO DI LAUREA IN BIODIVERSITÀ ED EVOLUZIONE BIOLOGICA

A.A. 2016-2017 – Secondo Semestre
CORSO DI STORIA E FILOSOFIA DELLE SCIENZE
Docente: Luca Guzzardi
Programma definitivo
“Impresa scientifica e cambiamento concettuale”

Il seguente programma vale sia per i frequentanti sia per i non frequentanti.

 

Modulo 1. Elementi di storia e filosofia delle scienze
  • Il testo base è il volume: S. Okasha, Il primo libro di filosofia della scienza, tr. it. Einaudi, Torino, 2006. Sono obbligatori i capitoli I-VI. (Il libro può essere letto anche nell’edizione originale inglese: Philosophy of Science. A Very Short Introduction, Oxford University Press, Oxford 2002).
  • Alcuni materiali aggiuntivi sono assegnati e discussi durante lo svolgimento del corso (sono disponibili su piattaforma digitale Ariel).
 Modulo 2. Il cambiamento concettuale: l’esempio della sifilide
  • Fleck, Genesi e sviluppo di un fatto scientifico, tr. it. il Mulino, Bologna 1983 (fuori commercio; copia autorizzata disponibile su piattaforma digitale Ariel).

Non ci sono testi aggiuntivi per i non frequentanti.

Continue reading “Programma 2016-2017”

Research activity

My research interests cover a variety of topics both in  philosophy and history of the natural sciences. Starting with my PhD thesis (2004), I devoted some studies to Ernst Mach’s philosophy and the idea of description in the physical sciences. In this framework I also approached the work of Heinrich Hertz. From time to time, a certain curiosity and the love for poetry and novels encourage me to deal with a sort of comparative research between science and literature. As regards my most recent activity, I am working on a book about Ruggiero Boscovich’s natural philosophy, which should result from a series of articles I am publishing.

My research also deals with some structural aspects of the scientific enterprise, which I consider from a historical-epistemological perspective. In particular I directed my attention to the concept of shared discovery – for cases in which priority questions are not particularly relevant, collaboration is more important than competition, researchers are not mutually independent of each other, and resistance to new findings is so marginal that practically plays no role. I am currently exploring the concept of epistemic constraints – i.e. guiding ideas and pracitces for the scientific research. Rooted in historical development, they tell us what is to be known (and what is not: so they entail both a positive and a negative heuristic) and how is to be known what is to be known (so they entail norms).

In this page I list some papers (PowerPoint documents saved as PDF files) I discussed in conferences and talks as well as articles which are already published or to be published. All the topics involved are eligible for potential BA or MA theses by students.

Continue reading “Research activity”

Syllabus delle lezioni

Data Tema
01  27/09 Introduzione alla filosofia della scienza
02  28/09 Contesto della scoperta e contesto della giustificazione
03  29/09 Induzione e deduzione. Matematica e scienze empiriche
04  04/10 Il ruolo delle convenzioni nelle teorie scientifiche
05  05/10 Induttivismo, verificazionismo e criterio di significanza (il Circolo di Vienna)
06  06/10 Critiche all’induttivismo e al verificazionismo: Karl Popper
07  11/10 La demarcazione fra scienza e “metafisica”
08  12/10 Approccio probabilistico e strategie induttive
09  13/10 Teoria, esperimento e conoscenze pratiche; il concetto di prova
10  18/10 La teoria e il problema della base empirica
11  19/10 Il concetto di osservazione e gli oggetti scientifici
12  20/10 Il realismo: alcune versioni
13  25/10 Realismo e oggettività
14  26/10 Opportunismo degli scienziati e teorie come strumenti (P.K. Feyerabend)
15  27/10 La proliferazione teorica (sottodeterminazione)
16  02/11 La questione del metodo (Imre Lakatos)
17  03/11 La funzione del dogma e i manuali (Thomas Kuhn)
18  08/11 Lezione con ospiti Alfredo Castelli e Giulio Giorello: “I concetti son fantasmi”
19  09/11 Il cambiamento nella scienza: continuità e rivoluzioni scientifiche (Thomas Kuhn)
20  10/11 Il concetto di forza. Introduzione: “forza” nei Principia di Newton
21  15/11 La “forza di gravità” e le sue caratteristiche generali
22  16/11 Le “forze” microscopiche: il Newton dell’Opticks e oltre
23  17/11 Le “forze” da Newton a Faraday e Maxwell
24  22/11 Hertz e la morte della forza
25  23/11 “Genesi e sviluppo di un fatto scientifico”: il caso della sifilide (L. Fleck). Nozioni di base
26  24/11 “Genesi e sviluppo di un fatto scientifico”. Vincoli epistemici e stili di pensiero
27  29/11 “Genesi e sviluppo di un fatto scientifico”. Stile e collettivo di pensiero
28  30/11 La “società della conoscenza”: dal progetto Manhattan alla Big Science
29  01/12 Scienza come “rete di reti”: le reti epistemiche
30  06/12 L’Illuminismo e la scienza in una società libera

Programma 2016-2017

A.A. 2016-2017 – Primo Semestre
CORSO DI FILOSOFIA DELLA SCIENZA
Docente: Luca Guzzardi
Programma definitivo
“Impresa scientifica e cambiamento concettuale”

Il seguente programma vale sia per i frequentanti sia per i non frequentanti. 
Modulo 1. Elementi di filosofia della scienza generale
  • Il testo base è il volume: D. Gillies, G. Giorello, La filosofia della scienza nel xx secolo, Laterza, Roma-Bari, 2006, 2010. Sono esclusi: nel cap. 2 i paragrafi 2.6-2.7, pp. 51-67; nel cap. 3 il paragrafo 3.5, pp. 86-90; nel cap. 10 i paragrafi 10.3 (pp. 250-252), 10.5, 10.6, 10.7 (pp. 257-277).
  • Alcuni materiali verranno assegnati e discussi durante lo svolgimento del corso (disponibili presso l’Ufficio fotocopie). Di essi sono facoltativi i saggi di J. Ladyman: “What is Structural Realism?” e “Structural Realism” (dalla Stanford Enc. of Phil.)
 Modulo 2. Il concetto di forza
  • Selezione di saggi sul concetto di forza (fotocopie disponibili presso l’Ufficio fotocopie).
  • N. Guicciardini, Newton, Carocci, Roma 2011 (solo i capitoli 1, 2, 3, 6, 7).
Modulo 3. Una prospettiva sul cambiamento concettuale
  • Fleck, Genesi e sviluppo di un fatto scientifico, tr. it. il Mulino, Bologna 1983 (fuori commercio; fotocopie autorizzate disponibili presso l’Ufficio).

N.B.: Tutti i materiali in fotocopia dei moduli 1, 2, 3 sono anche scaricabili da http://armida.unimi.it/handle/2170/3468.

Per gli esami da 9 CFU tutti i testi sopra elencati sono da preparare obbligatoriamente; per gli esami da 6 CFU sono da preparare i testi citati nei moduli 1 e 2 oppure 1 e 3. Non ci sono testi aggiuntivi per i non frequentanti.

Si raccomanda vivamente, per chi volesse approfondire, l’antologia G. Boniolo, M.L. Dalla Chiara, G. Giorello, C. Sinigaglia, S. Tagliagambe, Filosofia della scienza, a cura di C. Sinigaglia, Raffaello Cortina, Milano 2002.

Altri testi di supporto (non sono obbligatori ai fini della preparazione dell’esame):

  • Boniolo, Filosofia della scienza, Bruno Mondadori, Milano 1999.
  • Giorello (a cura di), Introduzione alla filosofia della scienza, Bompiani, Milano 1994.
  • Ladyman, Filosofia della scienza. Un’introduzione, tr. it. Carocci, Roma 2007.
  • I.  Hacking, Ontologia storica, tr. it. ETS, Pisa 2010.