Archivi categoria: Esami

Modalità d’esame – seconde lauree e biennalisti

La prova scritta ha la funzione di testare alcune capacità specifiche di apprendimento e di elaborazione autonoma di nozioni e modalità argomentative, che dovrebbero essere ormai entrate nel patrimonio intellettuale di chi ha già alle spalle un percorso di laurea e di chi ha già sostenuto un’annualità di Filosofia della scienza. Inoltre, chi è in almeno una di queste condizioni è generalmente più appagato e motivato da un colloquio orale che dal ripetere la prova scritta.

Per queste ragioni, i biennalisti (coloro che, in conformità al loro piano di studi, sostengono lo stesso esame una seconda volta) e i già laureati non sono tenuti a sostenere la prova scritta.

Per i già laureati l’esame consisterà, di regola, in una interrogazione orale sull’intero programma. I biennalisti, che solitamente conoscono già gli elementi di base della filosofia della scienza e dell’epistemologia, sono invitati a prendere contatto con il docente per discutere particolari modalità d’esame e, se il caso, per integrare il programma con bibliografia sostitutiva o aggiuntiva.

La prova scritta

Indicazioni generali:

  • La prova scritta di Filosofia della scienza per la Laurea Triennale è obbligatoria per tutti gli studenti (eccetto biennalisti e già laureati) e verte sulla Prima e Seconda Parte del Programma d’esame dell’anno in corso. Salvo casi documentati per motivi di salute, biennalizzazioni, seconde lauree, programmi concordati per motivazioni riconosciute dal docente, non sono ammesse eccezioni.
  • La prova dovrà essere ripetuta qualora non venisse superata o l’esito venisse rifiutato.
  • La prova superata ha validità di 6 mesi (cioè, tra lo scritto e l’orale non possono decorrere più di sei mesi, salvo deroghe da parte del docente).
  • In caso di prova superata ed esito accettato, lo studente accede all’esame orale, che verterà solo sulla Terza Parte. Per il voto finale, si tiene conto della valutazione della prova scritta secondo le seguenti modalità.

Schema della prova e valutazione:

  • 6 domande chiuse sulla Prima Parte
    • Ogni risposta corretta vale 2,5 punti. Ogni risposta sbagliata vale –0,5 punti (meno 0,5 punti). Le domande lasciate in bianco valgono 0 punti.
  • 3 domande aperte sulla Seconda Parte
    • Ogni domanda vale da 0 a 4 punti (solo punteggi discreti: 0 punti per risposta sbagliata o assente; da 1 a 4 punti a seconda della ricchezza, pertinenza ed esaustività della risposta).
  • In caso di punteggio decimale nel risultato finale della prova scritta, si arrotonda all’unità superiore.
  • La prova è superata se si risponde correttamente ad almeno 3 domande chiuse e si totalizzano almeno 16 punti.
  • Ci sono due tipi di bonus:
    • Bonus di 3 punti per chi risponde correttamente a tutte le domande della Prima Parte e ottiene 4 in ciascuna domanda della Seconda Parte (cioè 27 punti nella prova equivalgono a un voto di partenza di 30 nell’orale).
    • Bonus di 2 punti per chi risponde correttamente a tutte le domande della Prima Parte, ottiene 3 punti in almeno due domande e almeno 1 punto in una domanda della Seconda Parte.
  • In linea di principio l’orale, che riguarda solo la Terza Parte, può modificare il voto di partenza di ±3 punti; ciò è comunque lasciato alla discrezionalità del docente.

Modalità d’esame

L’esame di Filosofia della Scienza per la Laurea Triennale consiste in una prova scritta e una prova orale, entrambe obbligatorie per chi sostiene l’esame da 9 CFU. La prova scritta è facoltativa per i biennalisti e chi è già in possesso di una laurea. (Se rientri in uno di questi due casi, approfondisci QUI.)

Salvo casi documentati per motivi di salute, seconde lauree, programmi concordati per motivazioni riconosciute dal docente, non sono ammesse eccezioni.

La prova scritta si compone di domande a risposta chiusa sulla Prima Parte e domande a risposta aperta sulla Seconda Parte, e intende accertare l’apprendimento di nozioni e competenze delle basi teoriche e concettuali della filosofia della scienza.

La prova orale riguarda la Terza Parte e intende accertare capacità di comprensione e riflessione nonché abilità comunicative e appropriatezza nell’utilizzo del linguaggio specifico della filosofia della scienza.

N.B.: La prova orale è facoltiva per chi sostiene l’esame da 6 CFU e ottiene almeno 18 punti nello scritto; essa consiste in una breve interrogazione sulla Prima e Seconda Parte e può portare a una modificazione del voto finale.

Ulteriori dettagli sulla prova scritta

Date e sedi

Date e sedi degli appelli d’esame di Filosofia della Scienza, anno 2019-2020:

  • Scritto: 25 maggio, ore 8.30 (On-line: Microsoft Teams)
    • Orale: 26 maggio, ore 8.30 (On-line: Microsoft Teams)
  • Scritto: 25 giugno, ore 8.30 (On-line: Microsoft Teams)
    • Orale: 26 giugno, ore 8.30 (On-line: Microsoft Teams)
  • Scritto: 20 luglio 2020, ore 13.30 (On-line: Microsoft Teams)
    • Orale: 21 luglio 2020, ore 8.30 (On-line: Microsoft Teams)
  • Scritto: 10 settembre 2020, ore 13.30 (Santa Sofia, M302)
    • Orale: 11 settembre 2020, ore 8.30 (Santa Sofia, M402)

Avviso riguardante le modalità d’esame negli appelli estivi durante l’emergenza Coronavirus

Le modalità generali d’esame sono chiarite sulla pagina web dedicata. Data l’emergenza Covid-19, a oggi (11 aprile 2020) non è possibile prevedere se tali modalità, in particolare per quanto concerne la prova scritta, siano applicabili in toto o solo in parte. Due sono gli scenari possibili, e solo dopo il 20 aprile avremo maggiori notizie su quale scenario sia il più probabile.

PRIMO SCENARIO:
L’esame scritto, le cui modalità sono chiarite qui, viene effettuato on-line su un questionario a risposte sia chiuse sia aperte con piattaforma di proctoring. Durante lo svolgimento della prova – mediante le piattaforme d’Ateneo indicate da Centro tecnologico – viene impiegato un sistema di proctoring, cioè di sorveglianza automatica, basato su algoritmi AI (in parole povere, è sconsigliabile copiare e cercare di “imbrogliare” guardando telefoni o comunicando con l’esterno, perché il sistema se ne accorge.)
Non c’è alcuna certezza che potremo impiegare questo sistema. Ho preso contatto con gli uffici, che potrebbero aver bisogno di tempo per capire se questo sistema sia applicabile, conveniente, ecc. In caso il sistema di proctoring non fosse applicabile, gli esami verranno effettuati secondo le modalità chiarite di seguito, nel

SECONDO SCENARIO:
L’esame scritto viene sostituito interamente dall’esame orale per tutto il tempo richiesto dall’emergenza Covid-19 e dalle conseguenti limitazioni all’uso degli spazi dell’Ateneo. In tal caso l’esame si svolgerà nella sola data della prova orale (26 maggio – 26 giugno – 21 luglio – 11 settembre) e in un’unica soluzione. In particolare, l’esame consisterà in un colloquio via Microsoft Teams sull’intero programma (cioè su tutte e tre le “parti” in cui è suddiviso il programma) al termine del quale avrà luogo l’assegnazione del voto. Per casi eccezionali sarà possibile utilizzare strumenti alternativi di connessione audio-video (es. Skype).