Archivio di Giovanni Piana

Ritratto di Giovanni PianaGiovanni Piana (1940) ha insegnato Filosofia Teoretica, prima in qualità di docente incaricato a partire dal 1970 e poi in qualità di docente straordinario a partire dal 1980 e ordinario a partire dal 1984,  presso il Dipartimento di Filosofia (Facoltà di Lettere e Filosofia) dell'Università degli Studi di Milano.

Nel dicembre 1999, si è ritirato dall'insegnamento e si è trasferito a Pietrabianca di Sangineto in Calabria. Di qui continua a mantenere rapporti scientifici e culturali con l'Università degli Studi di Milano attraverso il sito Internet Spazio filosofico.

È stato allievo di Enzo Paci con il quale ha conseguito la laurea in Filosofia con una tesi sugli inediti di Husserl dell'ultimo periodo, realizzata tra il 1962 e il 1963 presso gli Archivi Husserl dell'Università di Freiburg im Breisgau, allora diretti da Eugen Fink. Dopo la laurea è stato assistente volontario e borsista del Ministero della Pubblica Istruzione e del Consiglio Nazionale delle Ricerche fino alla nomina ad assistente ordinario avvenuta nel 1968. Ha conseguito la libera docenza nel 1969, confermata nel 1975.

 

In questo Archivio sono riuniti  tutti gli scritti pubblicati a stampa in volumi o in riviste, e ad essi sono stati aggiunti testi reperibili solo in formato digitale presso questo sito (o altri che abbiano ritenuto di ospitarli). L'autore è convinto che la distribuzione digitale della saggistica scientifica e filosofica sia ormai nella realtà delle cose e di questa realtà egli stesso desidera farsi promotore.

Nello stesso tempo si augura che questa convinzione si generalizzi all'interno delle istituzioni universitarie e che ciò favorisca la persistenza e la stabilità dei testi qui pubblicati e messi liberamente a disposizione del pubblico degli studenti e degli studiosi.

 

La sua posizione filosofica è caratterizzata da una concezione della fenomenologia ("strutturalismo fenomenologico") in cui sono presenti influenze di Husserl, Wittgenstein e Bachelard.

Indicazioni su questa linea di tendenza si possono trovare nel saggio Die Idee eines phänomenologischen Strukturalismus, contenuto in Phänomenologie in Italien, hrsg. von Renato Cristin, Verlag Königshausen & Neumann, Würzburg 1996 che è presente, insieme alla traduzione italiana, in questo archivio

I suoi interessi sono orientati in direzione della teoria della conoscenza, della filosofia della musica e della tematica della percezione e dell'immaginazione.

 

Giovanni Piana è direttore scientifico del Seminario Permanente di Filosofia della Musica (coordinatore: Carlo Serra) di cui è espressione il giornale on line "De Musica" ; è stato membro del Comitato scientifico della Rivista "Analisi", Ricordi, Milano diretta da Marco De Natale e della Rivista "Sonus. Materiali per la musica moderna e contemporanea", diretta da Antonio De Lisa.


Ha diretto  la collana di libri  "Sensibilia" per l'editore Guerini, Milano.

È stato coordinatore nazionale di un gruppo ministeriale interuniversitario di ricerca in connessione con l'Università di Trento e di Trieste sul tema "Fenomenologia e teoria degli oggetti".

Insieme a Paolo Spinicci, Elio Franzini, Carlo Serra dirige il sito internet "Spazio filosofico"