6 Comments

  1. Oggi non ero a ricevimento, e avevo risolto il problema in maniera diversa, tuttavia non riesco a capire una cosa, dall’immagine da lei caricata mi sembra che l’utilità di A sia 5/6 mentre quella di B “solo” 2/3.
    Non riesco a capire questa cosa, se ha tempo la potrebbe spiegare? Grazie in anticipo e scusi il disturbo.

    1. Grazie! Si certo, sulla lavagna c’è un errore evidente poiché 2/3 < 5/6. Questo vuol dire che si preferisce A a B (per il teorema fondamentale dell'utilita) Ma poiché siamo sempre sotto l'ipotesi che preferiamo pagare somme minori a somme maggiori, questo vuol dire che Y>X.

      Appena ho un minuto riscrivo l’argomento in modo corretto

      1. Dunque, abbiamo 4 situazioni diverse: A=6/6(vivo), B=5/6(vivo)+1/6(non vivo), C=3/6(vivo)+ 3/6(non vivo), D=2/6(vivo)+4/6(non vivo). Assumiamo che avere la certezza di vivere sia la condizione più desiderata, cioè 6/6(vivo), mentre la certezza di morire sia quella meno, cioè 0/6(vivo). Fissati gli estremi, non vedo perchè non possiamo ordinare le 4 situazioni iniziali, perciò diciamo che A>B>C>D. Fissiamo ora sul nostro caro asse cartesiano delle ascisse le nostre quattro situazioni nel seguente ordine D-C-B-A, mentre su quello delle ordinate la nostra utilità; Bernoulli & co. ci insegnano che la funzione obiettivo da massimizzare deve avere un andamento che soddisfa il decremento dell’utilità marginale (logaritmo o radice quadrata che sia). Ora, se rileviamo sull’asse delle ordinate l’intervallo D-C (Y nel problema) osserveremo che sarà maggiore dell’intervallo B-A (X nel problema), perciò mi sembra evidente che ‘si guadagna’ molto di più passando dalla situazione D alla situazione C rispetto al passaggio dalla condizione B alla condizione A; ma se vale ciò allora saremmo necessariamente disposti a sborsare più soldi per Y rispetto ad X, se vale il Teorema fondamentale dell’utilità (Deo gratias).
        Chiedo scusa per la prolissità, sarebbe stato tutto più spiccio se sapessi disegnare grafici.
        Buono studio a tutti e buon lavoro al professore!

  2. Dunque, abbiamo 4 situazioni diverse: A=6/6(vivo), B=5/6(vivo)+1/6(non vivo), C=3/6(vivo)+ 3/6(non vivo), D=2/6(vivo)+4/6(non vivo). Assumiamo che avere la certezza di vivere sia la condizione più desiderata, cioè 6/6(vivo), mentre la certezza di morire sia quella meno, cioè 0/6(vivo). Fissati gli estremi, non vedo perchè non possiamo ordinare le 4 situazioni iniziali, perciò diciamo che A>B>C>D. Fissiamo ora sul nostro caro asse cartesiano delle ascisse le nostre quattro situazioni nel seguente ordine D-C-B-A, mentre su quello delle ordinate la nostra utilità; Bernoulli & co. ci insegnano che la funzione obiettivo da massimizzare deve avere un andamento che soddisfa il decremento dell’utilità marginale (logaritmo o radice quadrata che sia). Ora, se rileviamo sull’asse delle ordinate l’intervallo D-C (Y nel problema) osserveremo che sarà maggiore dell’intervallo B-A (X nel problema), perciò mi sembra evidente che ‘si guadagna’ molto di più passando dalla situazione D alla situazione C rispetto al passaggio dalla condizione B alla condizione A; ma se vale ciò allora saremmo necessariamente disposti a sborsare più soldi per Y rispetto ad X, se vale il Teorema fondamentale dell’utilità (Deo gratias).
    Chiedo scusa per la prolissità, sarebbe stato tutto più spiccio se sapessi disegnare grafici.
    Buono studio a tutti e buon lavoro al professore!

  3. Buonagiorno, scusi il disturbo, ci sono novità per i voti o per la modalità di esame? Grazie

    1. La modalità di esame (come ho detto a quanti di voi sono venuti a ricevimento mercoledì e mi hanno fatto questa domanda) dipende dagli esiti degli scritti, che vi comunicherò durante l’appello di mercoledì prossimo (ovviamente vale solo per le persone iscritte a quell’appello). In alcuni casi vi proporrò un voto e starà a voi decidere se accettare quel voto oppure sostenere un colloquio integrativo che può alterare (in entrambi i versi) in voto proposto. In altri casi, invece, vi darò un breve scritto da fare al momento (in un’ora o due, dipende dai casi).

      Per le persone iscritte che non hanno svolto i compitini (anche se dubito fortemente che leggeranno questa nota), ci sarà uno scritto da tre ore.

      Spero che sia tutto chiaro ora. Buon lavoro!

Comments