Sex and the Climate

sex-by-numbers

Originally published in The Reasoner Volume 10, Number 3 – March 2016

Hard-to-quantify (aka “severe”, “deep”, “Knightian”, etc.) uncertainty is a major concern both for theorists and practitioners of decision-making. Over the past few years our urgent need to understand and manage this kind of uncertainty has been argued for mainly with reference to the disastrous consequences of the financial crisis, natural disasters, terrorism, and similarly dreadful phenomena which often make the global headlines. David Spiegelhalter in his 2015 book Sex by Numbers: What Statistics Can Tell Us About Sexual Behaviour, tackles the problems of reasoning, decision, and policy-making under typically unreliable statistical data from a decidedly less negative angle. Spiegelhalter is Winton Professor of the Public Understanding of Risk in the Statistical Laboratory at the University of Cambridge, and author of the Understanding Uncertainty blog. The book has been commissioned by Wellcome Collection and published with Profile Books. It is based on three large surveys done in 1990, 2000 and 2010 by the British National Surveys of Sexual Attitudes and Lifestyles (NATSAL), and which are believed to constitute be largest scientific study of sex in the world to date. The volume is complemented by the interactive Sex by Numbers Infographic which sums up, in style, some of the central findings of the study.

Continue reading →

Uncertainty, rationality, probability. And beyond

Alice meets Humpty Dumpty - The Victorian Web

Seminari di filosofia del linguaggio e della mente
Lunedì 22 febbraio 2016, ore 10.30-12.30.

Sala Enzo Paci, Direzione del Dipartimento di Filosofia

Via Festa del Perdono 7, Milano

Abstract:

This seminar presents an informal and rather biased selection of key research topics in the foundations of uncertain reasoning. It consists of four parts. First, I will recall that uncertainty must be taken seriously, and suggest how we might go about making useful distinctions regarding its meaning. Second, I will point out how rationality comes in very handy when we must face “decision-relevant uncertainty”. Third, I will illustrate why, under certain conditions, the rational reaction to uncertainty must be probabilistic. In the fourth, and final part, I will discuss why probability is not quite telling us the last word on rational reasoning under uncertainty.

Getting to the bottom of Bayes…

Originally published in The Reasoner Volume 10, Number 2 – February 2016

The Cross-Check blog of the Scientific American, published recently a post titled Bayes’s Theorem: What’s the Big Deal?
From the social media, to rather specialised mailing lists, this piece has clearly reached a considerably wide public. Indeed chances are that you have already come across it. If you haven’t, here’s a quick fix, for the subtitle really says it all: “Bayes’s theorem, touted as a powerful method for generating knowledge, can also be used to promote superstition and pseudoscience.”

So, yes, this is yet another piece discussing, with splendid shallowness, why so many seemingly learned people call themselves Bayesians, and why equally learned masses get offended by the label. The stated goal is clarificatory: “the Bayes fever has become too pervasive to ignore”, so the author takes upon himself the burden “to get to the bottom of Bayes, once and for all”. I refer the interested reader to the original post to find out how the bottom of Bayes ultimately looks like.

Continue reading →

Le direzioni della ricerca logica in Italia

Le direzioni della ricerca logica in Italia

OUT NOW!

Le direzioni della ricerca logica in Italia
a cura di Hykel Hosni, Gabriele Lolli e Carlo Toffalori, CRM Series, Edizioni della Normale, pp. XIV-314, 2015. 29 Euro

l volume raccoglie le conferenze, con alcune aggiunte, tenute nella sessione speciale dal medesimo titolo del Venticinquesimo incontro dell’Associazione Italiana di Logica e sue Applicazioni il 17 aprile 2014

Contributi di:

A. Andretta, A. Berarducci-C. Toffalori, F. Cardone, M. D’Agostino, P.L. Ferrari-G. Gerla, V. Marra-F. Montagna-L. Spada, S. Negri, G, Sambin, G. Sartor

Acquista direttamente dalle Edizioni della Normale

Continue reading →

Menti e macchine: Alan Mathison Turing a cento anni dalla nascita

Menti e macchineFigura geniale e tragica del Novecento, Alan M. Turing (1912-1954) è considerato uno dei padri dell’informatica moderna. I contributi raccolti in questo volume, frutto di una giornata di studi tenuta alla Scuola Normale per il centenario della nascita, gettano luce su aspetti specifici della sua singolare personalità di uomo e di scienziato – protagonista del controspionaggio durante la seconda guerra mondiale, inventore dei modelli matematici della morfogenesi, precursore delle moderne ricerche sull’intelligenza artificiale – con l’intenzione di far conoscere anche a un pubblico di non specialisti la rilevanza scientifica e culturale del suo lavoro.

Contributi di: Gabriele Lolli, Piergiorgio Odifreddi, Roberto Cordeschi e Guglielmo Tamburrini

Menti e macchine: Alan Mathison Turing a cento anni dalla nascita, a cura di Hykel Hosni, pp.148 Edizioni della Normale, 2015

File disponibili:

14.3.14 Una giornata per la matematica

Una giornata per la matematica è il contributo che il Centro di Ricerca Matematica “E. De Giorgi” dà alla celebrazione internazionale del giorno del pi greco. Secondo una tradizione molto popolare negli Stati Uniti, ma di rapida espansione internazionale, il giorno del pi greco si festeggia il 14 di marzo (scritto 3/14 nel formato mese/giorno in uso negli Stati Uniti) dal momento che 3, 1, e 4 sono le più significative cifre nell’espansione decimale di π.

ImageIl nostro intento è quello di prendere questa coincidenza come un pretesto per ricordarci dell’importanza centrale della matematica, sia nella ricerca scientifica, che nella società. Daremo anche spazio alla natura ludica della matematica, una sua componente molto importante. Il programma prevede una mattinata di interventi scientifici, la cui prima parte è dedicata a illustrare le attività di ricerca del Centro De Giorgi. Successivamente verranno presentati argomenti più generali rivolti a un pubblico universitario non matematico. Infine, a partire dalle 17:00 il programma aprirà le porte al pubblico.

Marco LiCalzi, professore ordinario al dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, terrà una conferenza pubblica dal titolo “La retorica dei grafici” in cui illustrerà come si possa argomentare senza parole (ma non sempre senza malizia) mediante l’uso di grafici e di figure.

Il programma della giornata proseguirà presso il Cineclub Arsenale con la proiezione del filmPi, il teorema del delirio, poco conosciuto in Italia ma acclamato da pubblico e critica.

Venite a festeggiare la matematica con noi e seguiteci su facebook!